Prima riunione del Comitato d’Indirizzo

Prima riunione del Comitato d’Indirizzo

Lunedì 7 dicembre si è tenuta la prima riunione del Comitato d’indirizzo della Fondazione Comunitaria in modalità video conferenza, così come richiesto dalla situazione emergenziale che stiamo vivendo. A questo primo incontro hanno partecipato anche i componenti del Consiglio di amministrazione e dello staff della Fondazione, al fine di agevolare la conoscenza reciproca ed il lavoro sinergico.

I componenti – individuati tra persone con esperienza significativa nei campi dell’imprenditorialità sociale, delle professioni, del management, dell’accademia o delle attività filantropiche – contribuiranno all’identificazione delle linee fondamentali e degli indirizzi sociali, culturali ed economici della Fondazione.

Ecco la composizione:

  • Giacomo Anastasi: Direttore del Centro Mediterraneo Giorgio La Pira e Responsabile Progettazione Sociale Coop. Fo.Co. Onlus
  • Gregory Bongiorno: Presidente di Sicindustria Trapani
  • Gerry Camarda: Direttore Generale Fondazione Auxilium
  • Virginia Colli: Avvocato Civilista
  • Johnny Dotti: Presidente di È-one abitare Generativo
  • Martina Ferracane: Presidente del FabLab Western Sicily e Max Weber Fellow presso l’European University Institute
  • Alessandro La Grassa: Direttore del GAL Valle del Belice e Presidente del CRESM
  • Mauro Magatti: Professore Ordinario presso l’Università Cattolica di Milano
  • Viviana Rizzuto: Fondatrice e Presidente della Cooperativa di Comunità “Identità & Bellezza” che gestisce il Museo Diffuso dei 5 Sensi di Sciacca
  • Florinda Saieva: Direttore Generale di Farm Cultural Park

L’incontro ha fatto emergere importanti spunti di riflessione sulle esigenze prioritarie del territorio delle province di Agrigento e Trapani e sulle più generali sfide sociali ed economiche. L’incontro ha visto anche la presentazione del paradigma della Generatività sociale approccio scelto dalla fondazione per orientare il proprio lavoro di sviluppo comunitario.

La Generatività sociale è stata illustrata dall’economista e sociologo dell’Università Cattolica del Sacro Cuore Mauro Magatti, membro del Comitato d’Indirizzo: “tanto al Sud quanto dalle altre parti d’Italia, la logica per cui dal consumo e il consumismo deriva il benessere delle persone e del Paese non ha funzionato. Questa logica distrugge il legame sociale.  In realtà, prima che essere consumatori, siamo generatori. Si tratta di mettere al mondo valore comune, attraverso questa azione legarci alla realtà e prendercene cura.”

Anche durante l’intervento di Johnny Dotti, pedagogista ed imprenditore sociale e anche lui parte del Comitato d’indirizzo, è emersa la stessa esigenza, cioè di slegare il Sud dalla retorica per cui “si deve creare lavoro” per cambiare paradigma: creare valore e da lì lavoro.

Il Consiglio di Amministrazione e il Direttore della Fondazione Comunitaria hanno commentato durante l’incontro come “nella gestione della complessità non si può prescindere dalle persone e, in tal senso, vogliamo che ciascun membro del Comitato d’Indirizzo si senta corresponsabile dello sviluppo della Fondazione, ma soprattutto dello sviluppo del nostro territorio. A loro il nostro benvenuto e un augurio di buon lavoro.

A gennaio il prossimo incontro per lavorare alla stesura del documento che conterrà il “minimo comune denominatore” che il Comitato vorrà porre come base per il proprio lavoro, ovvero su come contribuire allo sviluppo del territorio attraverso la Fondazione di Comunità nella prospettiva della Generatività Sociale.

2560 1707 Fondazione Comunitaria di Agrigento e Trapani